La patacca papale di Angelino (Alfano).

false-benedizioni-giubileo1

Dal sito dell’Associazione Civiltà Laica (Facebook: http://www.facebook.com/civiltalaica).

Recita un noto proverbio: “ Il lupo perde il pelo ma non il vizio” e credo che questo sia uno dei detti popolari più diffusi e condivisi. Non potrebbe essere altrimenti, del resto, considerate le notizie spicciole, piccole piccole, che la cronaca ci riserva e che suscitano pochi commenti ma rivestono l’immagine della più smaccata evidenza di verità proverbiale. Mi riferisco alle immagini televisive che hanno mostrato il serioso volto del nostro ministro dell’Interno, Angelino Alfano, tutto intento a dimostrare l’efficienza della macchina investigativa del nostro amato Paese. Egli illustrava con dovizia di particolari e con evidente soddisfazione l’operazione di polizia che ha portato alla scoperta di numerose copie “fasulle” di una pergamena recante una provvidenziale benedizione di papa Bergoglio ai pellegrini accorsi a Roma per il giubileo della Misericordia. In pratica la pia Elemosineria Pontificia distribuisce e vende per la modica cifra di 25 euro questa pergamena recante la benedizione papale: il commerciante che la distribuisce appone sulla pergamena il nome del beneficiato e costui se ne ritorna al paesello con la certezza che la protezione papale così a buon mercato ottenuta lo proteggerà a tempo indeterminato. Purtroppo alcuni malviventi hanno fiutato l’affare ed hanno pensato bene di organizzare la stampa e lo smercio di copie fasulle della benedetta pergamena riuscendo a carpire la buona fede di incolpevoli pellegrini con la collaborazione di disonesti commercianti, chiamiamoli pure collaborazionisti. Se le cose fossero avvenute in terra di Romagna le pergamene false sarebbero state definite con il termine locale di “patacche” e, a pensarci bene, la parola “patacca” , per il suo onomatopeico suono e per l’incomparabile effetto-immagine, è , secondo me, la più efficace delle definizioni possibili. Tuttavia , da buon miscredente ed ateo confesso nonché anticlericale di professione, non ho potuto fare a meno di riflettere sul fatto che il temine “patacca” dovrebbe essere innanzitutto utilizzato per definire la pergamena papale, quella “ originale ed autentica” frutto della fantasiosa fatica della Elemosineria Pontificia. Continua

Mi piace(3)Non mi piace(0)

NCD, Nuovi negrieri.

“Il CARA (Centro Accoglienza Richiedenti Asilo) di Mineo è il più grande d’Europa ed è finito nell’inchiesta Mafia Capitale.
Odevaine, l’uomo forte di Veltroni (a proposito ma non doveva andare in Africa?,) divenuto uno dei boss della gestione dell’immigrazione in Italia ha appena parlato ai Magistrati, spiegando per filo e per segno il sistema Mineo. Continua

Mi piace(2)Non mi piace(0)

Prefetti: il pesce puzza dalla testa #Alfano

I Prefetti rispondono al Ministro degli Interni.
Sono usati in questi giorni come scudo da Alfano per la sua incapacità di gestire l’emergenza extracomunitari.
L’ultimo caso è la rimozione del Prefetto Maria Augusta Marrosu da Treviso per la gestione di 101 extracomunitari a Quinto, inseriti all’interno di un condominio.
Ma il pesce puzza dalla testa, e la testa è Alfano. Continua

Mi piace(2)Non mi piace(0)