Il 24 Ottobre la scuola torna in piazza, verso lo sciopero del 13 Novembre

Comunicato-stampa

Il 24 Ottobre, la Scuola torna in piazza con manifestazioni regionali contro l’applicazione della legge 107 e l’umiliante “offerta” di 8 euro mensili lordi di aumento nella Legge di Stabilità, dopo sei anni di blocco contrattuale.

A Roma, corteo unitario da Piazza della Repubblica (ore 15) a Piazza Santi Apostoli, verso lo sciopero della Scuola del 13 Novembre. Continua

Mi piace(1)Non mi piace(0)

I Precari rifiutano la roulette della Malascuola di Renzi

Negli ultimi 15 anni, tutti i Governi hanno avuto la stessa politica verso la Scuola Pubblica: tagli pesanti ed attacco al senso ed al ruolo sociale, cercando di trasformarla da luogo in cui si forma il soggetto critico ad agenzia di addestramento dello studente/lavoratore precario.

Questo processo ha avuto con il Governo Renzi una virata di tipo verticistico-autoritario, realizzata attaccando la dimensione collegiale e cooperativa della Scuola, introducendo una visione competitiva di lotta di tutti contro tutti  e paradigmi di tipo aziendalistico nel campo della formazione e dell’educazione e imponendo una ulteriore precarizzazione del personale docente. Continua

Mi piace(5)Non mi piace(0)

Il Parlamento illegittimo approva la Controriforma del Presidente del C. non eletto. Manifestanti lanciano libri contro il Palazzo

1) Quando è arrivata la notizia dell’approvazione definitiva del DDL “Cattiva/Mala Scuola” da parte della Camera,  è esplosa la rabbia nel presidio degli insegnanti, organizzato dai Cobas in Piazza Montecitorio.
I manifestanti hanno gridato: “Vergogna!” ed hanno lanciato libri di Letteratura e Scienze verso il Palazzo, nonostante il più che legittimo dubbio che molti Parlamentari siano in grado di comprenderne il contenuto. Continua

Mi piace(3)Non mi piace(0)

Renzi, in guerra totale con il popolo della Scuola, impone al Senato: o votate la fiducia sul DDL o il Governo va a casa. Ricordiamoci di non votare PD

Renzi, in guerra totale con il popolo della scuola, impone al Senato: o votate la fiducia sul Ddl o il governo va a casa.
Ancora una volta le “opposizioni” interne al PD accetteranno il ricatto?

L’indignazione della Scuola è al massimo: anche il 24 e il 25 in piazza in tutta Italia; a Roma, oggi, presidio davanti al Senato: Piazza Cinque Lune, ore 17; domani, corteo da Piazza Bocca della Verità, ore 17, a Campo de’ Fiori.
Ma se l’ignobile DDL verrà approvato, provocherà una “guerriglia vietnamita” nelle scuole. Continua

Mi piace(3)Non mi piace(0)

Renzi tenta di rianimare il DDL-zombie sulla Scuola, ma la mobilitazione si intensifica ulteriormente

Comunicato-stampa
24 ore dopo aver annunciato la resa e la vendetta sui precari, buffonesca giravolta di Renzi, che tenta di rianimare in extremis il suo moribondo DDL “Cattiva scuola”, ricattando puerilmente il popolo della scuola e le opposizioni interne.

Ma la mobilitazione si intensifica, per seppellire definitivamente il DDL-zombie e per lo stralcio del decreto stabilizza-precari.
Manifestazioni anche oggi e domani; e Martedì 23, quando si riunirà la Commissione, in piazza in tutta Italia. Continua

Mi piace(1)Non mi piace(0)

“Renzi, sei circondato dal mondo della Scuola, arrenditi!”. Oggi, tutte/i al Pantheon.

Ci dicono che Matteo Renzi, frastornato dai ripetuti schiaffoni elettorali e dal clamoroso calo di consensi, intenderebbe addirittura mettere la fiducia sul DDL “Cattiva scuola”, a costo di far saltare il Governo ed andare a catastrofiche – per lui e il PD – elezioni politiche. Continua

Mi piace(1)Non mi piace(0)

Malgrado gli schiaffoni elettorali, Renzi vuole portare a compimento il disastroso progetto di “cattiva scuola”. Continuons le combat!

Imponiamo il ritiro del DDL con uno sciopero plebiscitario degli scrutini

No al Preside-padrone, no ai quiz, sì all’assunzione stabile dei precari

Il 5 Giugno manifestazioni in tutta Italia. A Roma corteo dal Colosseo (ore 17.30) e “notte bianca” a Piazza Farnese

Gli schiaffoni elettorali affibbiati a Renzi, al suo Governo ed al PD hanno molte motivazioni, ma quella prevalente attiene, a parere generale, alle politiche neoliberiste del Governo nei confronti del lavoro e ancor più all’attacco sferrato stoltamente contro tutto il mondo della scuola: Continua

Mi piace(3)Non mi piace(0)

Lo sciopero della Scuola Pubblica contro la “pax renziana”

cobas_large

Decine di migliaia di docenti ed Ata nelle 13 manifestazioni convocate dai COBAS a Roma, Torino, Genova, Padova, Trieste, Firenze, Bologna, Pescara, Napoli, Cagliari, Palermo, Catania, Siracusa.

Nessun cedimento a Renzi: tutti i manifestanti hanno chiesto il ritiro totale del DDL della cattiva scuola.
Guai a chi tradirà questa richiesta netta e plebiscitaria!
E la lotta prosegue con lo sciopero contro i quiz Invalsi domani alle Elementari ed il 12 alle Superiori. Continua

Mi piace(3)Non mi piace(0)