A GIORGIANA MASI, uccisa dallo Stato a 18 anni, il 12 Maggio 1977

12 MAGGIO DEDICATO A GIORGIANA MASI

giorgiana_masi-224x300
38 anni fa, il 12 Maggio 1977 a Roma, la Compagna Giorgiana Masi fu assassinata dalle “Squadre Speciali di Polizia” al servizio del Ministro degli Interni.

Kossiga scatenò, attraverso divieti e leggi speciali, spiegamento di forze militari e carri armati, compagni assassinati ed arrestati, la feroce repressione contro il Movimento del  ’77 : l’unica opposizione valida al “compromesso storico” – l’asse tra DC e PCI a sostegno della sciagurata “politica dei sacrifici”- anticipo di quello che diverrà dagli anni ’90 il sistema liberista, che tutt’ora vige attraverso le devastanti politiche di austerity, fiscal compact e precarietà. Continua

Mi piace(5)Non mi piace(0)

12 MAGGIO DEDICATO A GIORGIANA MASI

giorgiana_masi

37 anni fa, il 12 Maggio 1977 a Roma, la compagna Giorgiana Masi fu assassinata dalle “squadre speciali di polizia” al servizio del Ministro degli Interni.

Kossiga scatenò – attraverso divieti e leggi speciali,spiegamento di forze militari e carri armati, compagni assassinati e arrestati – la feroce repressione contro il Movimento ’77 : l’unica opposizione valida al “compromesso storico” – l’asse tra DC e PCI a sostegno della sciagurata “politica dei sacrifici”- anticipo di quello che diverrà dagli anni ’90 il sistema liberista, che tutt’ora vige attraverso le devastanti politiche di austerity,fiscal compact e precarietà.

Il 12 Maggio, il Movimento ’77 riuscì a rompere i divieti muovendosi da P.za Navona ,resistendo alle ripetute cariche, per poi attestarsi sulle barricate erette a Campo de Fiori e portandosi infine a Trastevere per evitare i rastrellamenti :era già notte a Ponte Garibaldi, dove Giorgiana Masi trovo’giovinetta la morte assassinata dal piombo di Stato.

Giorgiana Masi non fu l’unica a cadere vittima della violenza dello Stato, l’11 marzo a Bologna un carabiniere uccideva Francesco Lo Russo, altri compagni pagarono con la vita, ora per mano delle forze dell’ordine ora per quelle dei fascisti.

Per quelle morti non c’è stata ancora giustizia!

La memoria-verità storica inchioda e condanna

- Kossiga e le sue squadre speciali per l’uccisione di Giorgiana Masi;
- la canaglia fascista per gli agguati mortali a W.Rossi,V.Verbano,R.Scialabba, Ivo Zini, Benedetto Petrone, Fausto e Iaio,… Dax , Renato Biagetti ;

- Berlusconi per l’omicidio di Carlo Giuliani e i massacri di Genova 2001;

- le forze dell’ordine per i crimini commessi:
nelle caserme, nelle celle dei tribunali e nelle carceri, ai danni di decine di giovani vite, dei diversi e degli immigrati.

Il 12 Maggio ricordiamo Giorgiana, tributandole la testimonianza delle generazioni che si susseguono, impegnate nelle battaglie:

CONTRO la precarietà,l’oppressione delle istituzioni e le derive securitarie,il proibizionismo e il razzismo, il militarismo e le guerre.
PER il diritto al lavoro-reddito,alla casa, ai bisogni negati,ai beni comuni, alla giustizia sociale.

12 Maggio 2014

DEDICATO A GIORGIANA MASI

Un pensiero , un fiore , un passaggio e l’incontro

alla lapide che ricorda il sacrificio di Giorgiana a Ponte Garibaldi

Quest’anno , nel corteo del 12 Maggio ore 16 da piazza Repubblica al Campidoglio, indetto dai “movimenti per il diritto all’abitare, contro l’austerity e la precarietà”, troverà posto lo striscione

“GIORGIANA VIVE NELLE NOSTRE LOTTE”

Mi piace(1)Non mi piace(0)