Come si permette Juncker di lanciare queste minacce?

juncker-REUTERS-TELEFOTO-kOeE--258x258@IlSole24Ore-Web

Se l’Italia e la Francia non procederanno con le riforme annunciate si arriverà «ad un inasprimento della procedura sul deficit».
E se «alle parole non seguiranno i fatti, per questi Paesi non sarà piacevole».
Lo ha detto il presidente della commissione Ue, Jean-Claude Juncker, intervistato dal quotidiano “Frankfurter Allgemeine Zeitung”.
«Dovremmo dare fiducia agli Italiani ed ai Francesi.
E poi vedremo, proprio a Marzo, come sarà andata» – ha detto anche Juncker.
«I governi ci hanno garantito che faranno quanto annunciato», ha aggiunto. [1]

Dovrebbe essere lui a temere conseguenze spiacevoli per la condotta immorale, conseguita sostenendo l’elusione fiscale nei 20 anni di guida del Granducato di Lussemburgo e non gli Italiani o i Francesi.
La vostra firma per il referendum sull’euro assieme ad altre milioni di firme servirà a far capire ai poteri forti che il popolo italiano è vivo e che vuole partecipare al processo decisionale senza accettare a priori dittature finanziarie enunciate da tecnocrati, burattini di banche d’affari e speculazione.Marco Valli

NOTE
[1] http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2014-12-10/juncker-senza-riforme-conseguenze-spiacevoli-italia-e-francia-114434.shtml?uuid=ABhMleOC.

Mi piace(4)Non mi piace(0)

Faccia da Juncker (con video e testo della mozione)

“Detto in poche parole: molte aziende e banche multinazionali concordavano, in segreto, una serie di agevolazioni fiscali concesse dal 2002 al 2010, con aliquote bassissime.
In questo modo le aziende, che spostavano la loro sede in Lussemburgo, potevano permettersi di risparmiare svariati milioni.
Juncker, che in quel periodo era Primo Ministro in Lussemburgo è stato additato come responsabile ed invitato a dimettersi da presidente della Commissione.
Lui se ne fa un baffo: si dice sereno perché gli accordi sono regolari, in linea con le direttive comunitarie” da http://www.linkiesta.it/luxleaks-lo-scandalo-tasse-lussemburgo-un-video.

Nota:
Il gruppo parlamentare europeo di cui fa parte “L’altra Europa con Tsipras” (“Sinistra Unitaria Europea – Sinistra Verde Nordica”)  non ha firmato la mozione di censura (nonostante comunicati stampa tipo questo) ed ha esibito motivazioni politicamente patetiche come queste  (purtroppo non sono riusciti a raccogliere le firme per la loro mozione… si commenta da sè).
Rimaniamo in attesa di una adeguatamente sostenuta mozione di censura presentata dal gruppo di cui Tsipras fa parte.

Vedi anche “Juncker e lo scandalo del Luxembourg-leaks“.

Video intervista: la mozione di censura spiegata da chi l’ha presentata (Marco Zanni).

Il testo della mozione (in Inglese).

Mi piace(3)Non mi piace(0)

Le balle di «nonna Europa»: il salva-Juncker: un Fondo senza fondi a cui nessuno crede

Junker
I famosi 300 miliardi di investimenti dell’Unione Europea sono dunque arrivati.
C’è solo un dettaglio: sono solo 21, ed a guardar meglio soltanto 5.
Magie della finanza creativa. Mica hanno messo lì per caso un Lussemburghese…

Il giorno prima della presentazione del piano Juncker a Strasburgo è arrivato Papa Francesco ed ha parlato di “nonna Europa”, di un soggetto ancora alla ricerca della sua anima nonostante la non più tenera età.
Una fotografia che deve aver irritato Prodi, se ha sentito il bisogno di dire che “noi la costruimmo come mamma”. Continua

Mi piace(1)Non mi piace(0)