NOE, esautorato dal comando il Capitano Ultimo. Coordinava indagini su Mafia, Politica e Coop. I corrotti sentitamente ringraziano.

La comunicazione del Generale Del Sette all’ufficiale, che arrestò Riina e coordinava le inchieste del NOE: niente più funzioni di Polizia Giudiziaria.
Salta il 4 Agosto dopo l’intercettazione Adinolfi (GdF) -Renzi pubblicata il 10 Luglio.

Astutamente nascosta nelle pieghe più calde dell’Estate una lettera del Comando Generale dei Carabinieri, datata 4 Agosto, spazza via il Colonnello Sergio De Caprio, nome in codice Ultimo, dalla guida operativa dei suoi duecento uomini del NOE, addestrati a perseguire reati ambientali, ma anche straordinari segugi capaci di scovare tangenti, abusi, traffici di denari e di influenza.
Uomini che stanno nel cuore delle più clamorose inchieste di questi ultimi anni sull’eterna sciagura italiana, la corruzione. Continua

Mi piace(3)Non mi piace(0)

La “Leopolda” sicula: la Mafia muore … dalle risate

Borsellino_vs_Mafia
Stasera Luigi Di Maio parteciperà al programma “Di Martedì”, ospite di Floris, che andrà in onda su “La7″ a partire dall 21.10.

“In questi giorni, a Palermo, si è svolta la Leopolda sicula organizzata da Davide Faraone, un evento all’insegna, a parole, della partecipazione, dell’antimafia, della nuova politica, che abbandona le clientele.
Faraone, in effetti, ha tutti i requisiti per parlare di questi temi, li conosce bene. Continua

Mi piace(2)Non mi piace(0)

ACEA: con una mano stacca l’acqua ai Romani, con l’altra fa affari con Mafia e ‘Ndrangheta?

Mafia Capitale
Dall’inchiesta de “L’Espresso” di oggi scopriamo che Acea SpA non sembra essere affatto estranea alla bufera giudiziaria, che ha investito la Capitale.
Appalti milionari sono stati infatti ripetutamente affidati dalla partecipata del Comune di Roma a ditte legate a Mancini e a Monaco, nomi entrambi noti alla Procura di Roma. Continua

Mi piace(0)Non mi piace(0)

LA MAFIA HA VINTO GRAZIE A RENZUSCONI #Grasso dimettiti

images Giarrusso
Lo storico intervento di Giarrusso in Senato contro la mafia

“Renzi e Berlusconi cancellano il voto di scambio politico mafioso.
Secondo la Cassazione, in base alla nuova formulazione del 416ter, voluta da Renzi e Berlusconi e da noi ferocemente avversata, accordarsi per il voto di scambio con un mafioso non è più reato, se non viene usato il metodo mafioso nel procacciamento dei voti.
Quindi, se gli elettori non vengono spinti alle urne con i kalashinkov o con le lupare non esiste il reato ed il politico che si è accordato con i mafiosi può andare assolto.
Questo è il senso di una pronuncia della Cassazione pubblicata ieri pomeriggio.
Ecco la lotta alla mafia secondo Renzi e Berlusconi. Continua

Mi piace(0)Non mi piace(0)