LE PERICOLOSE FREQUENTAZIONI DI FEDERICA MOGHERINI (il resto è gossip)

International Conference on Libya
Wikileaks ha rivelato di due incontri segreti della Mogherini con un funzionario della Cia, che è anche braccio destro del senatore McCain, anima nera e segreta della diplomazia Usa.

«E poi quando mi dicono che la Mogherini è inesperta gli dico di chiedere cosa ne pensa Kerry».
Quando il Presidente del Consiglio Matteo Renzi rispose in questo modo durante una conferenza stampa in tanti pensarono ad una richiesta di referenze rivolta al Segretario di Stato Usa.
In realtà, c’era di più.
“Popoff”, in passato, ha rivelato dei pericolosi legami, che intercorrono tra Renzi e la Destra repubblicana.
Accennando, tra l’altro, a due riunioni segrete a cui la Ministra degli Esteri dell’Unione europea (Federica Mogherini), quando era ancora una semplice funzionaria dei Democratici di Sinistra, partecipò insieme a sconociuti personaggi inviati da Washington.
Oggi, Popoff è in grado di rivelare il nome di almeno uno di questi funzionari. Continua

Mi piace(1)Non mi piace(0)

MOGHERINI CHI? LA FACCIA MIGLIORE DEL VUOTO ITALIANO

19est1f02-mogherini-889736
Politica Estera . Gaza, Libia, Siria, Iraq, Balcani.
I silenzi e le reticenze italiane si aggiungeranno alla pratica dell’Ue.
La nuova “Mrs. Pesc” non dice nulla.
Perché questa Europa non può avere una politica internazionale comune.
O meglio, ce l’ha. E la fa la Nato

Come pre­ve­di­bile, la Mini­stra degli Esteri ita­liana Fede­rica Moghe­rini è l’Alto rap­pre­sen­tante per la «Poli­tica Estera e di Sicu­rezza Comune», ancora la sigla Mrs Pesc, per­ché non può, come da Trat­tati, essere chia­mata Mini­stro degli Esteri dell’Unione euro­pea.
Così sulla bar­chetta di carta dell’Ue che affonda, come iro­ni­ca­mente pro­pone la coper­tina dell’Eco­no­mist, con un Dra­ghi intento a but­tare fuori acqua, Hol­lande impet­tito sulla prua, Mer­kel che naviga come se nulla fosse e il “nostro” Renzi con un gelato in mano, adesso sale il pesante far­dello di una sirena muta e ammic­cante pro­messe, vero sim­bolo dell’inesistente poli­tica estera euro­pea.
Non c’è che dire, la per­sona giu­sta al posto giusto. Continua

Mi piace(0)Non mi piace(0)